domenica 9 giugno 2013

COL GENTILE MT.2076 CARNIA



COL GENTILE MT.2076 
CARNIA

14 SETTEMBRE 2005.


Escursione del 14 settembre 2005.

Testo e immagini di Dorino Bon
TESTER dell’escursione: Dorino Bon.



PUNTO DI PARTENZA: Da Mione (UD) si prosegue per via Monte Col Gentile (ci sono anche delle segnalazioni per malga Losa) per circa 3 chilometri fino a trovare sulla nostra sinistra una vecchia casera. Si parcheggia l’auto poco prima della casera (Attenzione dopo non ci sono più parcheggi e la strada non è agevole!)
COME CI SI ARRIVA:Autostrada A23, si esce a Carnia. Si prosegue per Tolmezzo,Villa Santina,Ovaro. Arrivati a Ovaro si gira a destra in direzione di Mione.

CARTA TOPOGRAFICA NECESSARIA: Tabacco nr.13- 1:25.000 Prealpi Carniche-Val Tagliamento.
PARCHEGGIO PER AUTO:si.(piccolo!)
SENTIERI;Sentiero c.a.i. nr.220 e 235
TEMPO NECESSARIO: ore 3
TELEFONI UTILI: Rifugio escursionistico Casera LOSA mt.1765 (Gruppo Pieltinis Col Gentile.); Gestione CIMADOR Linia telefono 347/1628566. Apertura 15/6-30/09; Proprietà del Comune di Villa Santina c/o municipio tel.0433.74141. Altre notizie sul sito www.assorifugi.it
DIFFICOLTA’: E


DESCRIZIONE DELL’ITINERARIO.
(Mercoledì 14 settembre 2005)

E’ passato quasi un mese dall’ultima escursione e oggi finalmente si parte!!

Ore 06.00 partenza da Basaldella (UD). L’attesa prima di ogni escursione, mi regala degli entusiasmi indescrivibili. Il “volare” via, verso quei luoghi magici tra cielo e terra, diventa ogni volta più bello.
Ore 06.08 entro in autostrada, mentre le meravigliose linee all’orizzonte, giocano con il sole e il cielo, catturando il mio sguardo e dandomi il Buongiorno;
Ore 06.30 esco a CARNIA. Proseguo per Tolmezzo, Villa Santina;
Ore 06.40 arrivo a Villa Santina;
Avevo scelto questa data per l’escursione dopo aver visto le previsioni meteo di LINEA VERDE e solitamente non sbagliavano mai, ma quelle gocce di pioggia sempre più forti , mi stavano facendo preoccupare, anche se la maggior parte del cielo era di un bellissimo azzurro;
Ore 06.53 arrivo ad Ovaro mentre continua a piovere. Piccola sosta caffè al bar centrale dove la signora che sta dietro il banco si improvvisa meteorologa. La sua previsione dice che pioverà ancora per dieci minuti e dopo?……..Stupenda giornata;
Ore 07.00, riparto e dopo alcune centinaia di metri a Ovaro, giro a destra verso Mione;
Ore 07.10 arrivo a Mione. Imbocco a destra la via Col Gentile(3 km di strada asfaltata ed abbastanza agevole. Fare comunque attenzione!). Il sentiero c.a.i. nr.220 inizia nei pressi di una vecchia casera;
Ore 07.25 parcheggio l’auto in un PICCOLO PARCHEGGIO pochi metri prima della casera sulla destra;
Ore 07.39, dopo aver indossato i scarponi e caricato lo zaino in spalla, con lo stesso entusiasmo di un bambino parto sul sentiero-stradicciola c.a.i. nr.220; Subito mi accorgo del motivo per cui tutta la zona , da dove parte questa escursione, viene definita il “REGNO DEI FUNGHI”;La “meteorologa” non si sbagliava; la giornata sta diventando stupenda!
Ore 07.50, dopo alcuni minuti di cammino sono costretto a tornare indietro. Atroce dubbio!!! Ho tirato il freno a mano?!!. Pochi minuti e sono nuovamente alla macchina. Il freno a mano e tirato. Pazienza, si riparte.
Ore 08.36, si esce dal bosco e sulla nostra sinistra si può ammirare la cima del Col Gentile. I colori,le luci, e i profumi, i paesaggi che mi avvolgono escursione dopo escursione, mi fanno stare sempre più bene. Si sale su di un sentiero molto bello e privo di difficoltà, assaporando la dolce “musica” del silenzio;
Ore 09.16 arrivo al passo della Forcella(mt.1824) da dove si possono ammirare panorami estasianti
Ore 09.25 Oltrepasso la Forcella e scendo verso la Casera Forchia (sempre sul sentiero c.a.i. nr.220). Continuo la mia escursione posando dolcemente i piedi sul sentiero che regala affascinanti panorami. Passo dopo passo l’escursione diventa sempre più appagante. L’anima si “impregna” di profumi magici che mi fanno ritornare con la mente a quando ero bambino. Mi immergo sempre di più i questi magnifici momenti e con la mente, per fortuna, solo per qualche istante, ricordo certe persone che dall’alto della loro “onnipotenza presunta”, decretavano:”CHE CAZZATA IL COL GENTILE!”. Lascio quindi a voi giudicare una persona che definisce una montagna “CAZZATA”. Comunque, sarà anche come dicono queste persone “UNA CAZZATA”, ma io e tantissime altre persone, in queste montagne ci stiamo benissimo!;
Ore 09.37. Arrivo ad un bivio. A sinistra a pochi metri si trova la casera Forchia (mt.1730)(in casi di condizioni critiche possibilità di ricovero) e nei pressi inizia il sentiero c.a.i. nr.235 che ci permetterà di salire verso la cima del monte Col Gentile;Continuiamo a salire sul sentiero c.a.i. nr.235 e dopo alcuni minuti riceviamo il furbo saluto di una volpe che sfreccia davanti a noi;
Ore 10.42. Con la cresta del Col Gentile sempre vicino a noi arriviamo ad un’altra Forcella. Anche da questa Forcella possiamo ammirare, come di consueto, paesaggi e panorami stupendi a 360°. La giornata resa stupenda dalla luce di un sole magnifico, fa il resto. Si sale a sinistra.
(ci sono chiare indicazioni)
Ore 10.52. Sono in cima e posso suonare questa particolare campana che si trova a fianco della Croce che apparteneva al Campanile di Mione e portata fino in cima al Col Gentile dopo il terremoto del 1976. Mi gusto Birra e panino mentre mi lascio rapire dai colori e dalle luci di un panorama, che questo monte così “Gentile” mi regala;
Ore 11.15, arriva qualche piccola nuvola. Meglio non sfidarla. Si riparte e finalmente posso “screare” la fisarmonica di SPORTLER. Gran bella trovata!!
AHHHH!!!. Dimenticavo!! Domani si riparte!! Ritorno sul monte Coglians (via normale).





Il sentiero c.a.i. nr.220
Ovaro-Passo della Forcella-Sauris.



Il sentiero c.a.i. nr.220 parte da Mione a mt.710 (km 2,5 rotabile da Ovaro). Il sentiero c.a.i. nr.220 tocca le seguenti località: Staipe Clabia mt.1250-Passo della Forcella mt.1824- Casera Forchia mt.1730 (può essere utilizzata come ricovero in caso di emergenza)-Nei pressi della Casera bivio con il sentiero c.a.i. nr.235-Rifugio Casera Losa mt.1765-Bivio sentiero nr.206 a mt.1491-R.Temberle mt.1325-Forca Frameibn mt.1408-Lateis mt.1724 (km.3 rotabile dal lago di Sauris)
Tempi di percorrenza:
Da Mione alla casera Forchia ore 03.15;
Da Mione al bivio cn il sentiero c.a.i. nr.206 ore 4.30;
Da Mione a Lateis ore 05.30-06.00
Dalla casera Forchia al Col Gentile mt.2075 ore 1.



Il sentiero c.a.i. nr.235 (EE)
Socchieve-Col Gentile-Prato Carnico.
Il sentiero c.a.i. nr.235 parte da Feltrane a mt.716( Km3 rotabile da Mediis-Socchieve)
Il sentiero passa attraverso le seguenti località:Forca di Pani mt.1139-Ricovero Casera Chiarzò mt.1393-T.Chiarzò mt.1348-Forca del Colador mt.1865, nei pressi si trova il bivio con il sentiero c.a.i. nr.236)-Col Gentile mt.2075-Casera Forchia mt.1730, nei pressi si trova il bivio con il sentiero c.a.i. nr.220-Casera Pilang mt.1551-Stavoli Pieria mt.853-T. Pesarina mt.659-Pieria (Prato Carnico) mt.680.
Tempi di percorrenza:
Da feltrrone alla Forca di Pani ore 01.15;
Dalla Forca di Pani al Ricovero casera Chiarzò ore 1.30;
Da Feltrone alla casera Forchia ore 5.30;
Da Feltrone a Pieria ore 8



a cura di Dorino Bon

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...