giovedì 8 settembre 2022

RICCARDA DE ECCHER E LE SUE MONTAGNE DI LUCE E ANIMA


RICCARDA DE ECCHER PITTRICE ALPINISTA


www.deeccher.net

RICCARDA DE ECCHER E LE SUE MONTAGNE DI LUCE E ANIMA

PITTRICE E ALPINISTA



Riccarda De Eccher, Pittrice,Alpinista e aggiungerei anche Poetessa del Colore è la mia scoperta odierna sui sentieri del web. Un'altra bellissima sorpresa in questo affascinante mondo di Cose Belle di Montagna. Una bellissima Storia piena d'Amore per le Terre Alte e per Le Dolomiti che sono molto felice di segnalarvi.



Riccarda de Eccher, Bolzanina di nascita, si trasferisce poi a Udine. Si accosta alla pittura in età matura, prediligendo la tecnica dell'acquerello. Ha come soggetto la montagna, che ha molto amato e salito.

Collabora con scrittori alla realizzazione di piccoli libri.
Vive e lavora a Long Island, New York.



Il video è stato girato da Dave Brown .Ha una nomination a un Emmy , ha vinto in primo premio, sezione documentari, al Gotham film festival di New York ed è stato selezionato a Mountainfilm 2018, Telluride, Colorado.

Vi consiglio anche la lettura della bellissima intervista rilasciata da RICCARDA DE ECCHER a PLANETMOUNTAIN.COM




FOTO E VIDEO DI CIME DELLA MONTAGNA ITALIANA

 

MONTE TEZIO PH:NAZARENO MARTINETTI


MONTE TEZIO MT.950
UMBRIA
Ph:Nazareno Martinetti


IN CIMA
. Oltre 100.000 foto e video di cime della montagna italiana condivise sul web da più di 12.000 alpinisti





IN CIMA




PUNTA PADELLA

 

PUNTA PADELLA PH: THURNER MAGGI









(CLICCA SULL'IMMAGINE PER UNA MIGLIORE VISIONE)


PUNTA PADELLA
Alpi Sarentino (BZ)

Pfannspitze PFA
Sarntaler Alpen (BZ)


Ph:Thurner Mäggi


Una delle oltre 100.000 tra foto e video di cime della montagna italiana che più di 12.000 alpinisti condividono su IN CIMA


IN CIMA



IN CIMA ALLE MONTAGNE ITALIANE

 

CRODA DI CAMPODURO Ph:Lucia Bonfada















CRODA DI CAMPODURO MT.2244
CADINI DI MISURINA
DOLOMITI
Ph:Lucia Bonfada

IN CIMA è una comunità composta da più di 12.900 alpinisti che condividono oltre 90.000 foto e video di cime della montagna italiana.


mercoledì 13 luglio 2022

LINEA VERDE SENTIERI

 

LINEA VERDE SENTIERO ITALIA


LINEA VERDE SENTIERI

Un nuovo programma di RAI 1 per conoscere a fondo il SENTIERO ITALIA del Club Alpino Italiano. e
 scoprire gli itinerari più belli della montagna italiana.


Un programma condotto da Lino Zani e Margherita Granbassi alla scoperta del trekking più lungo d Europa.


RIVEDI LE PUNTATE PRECEDENTI

 


domenica 29 maggio 2022

WEBCAM SUI GRIFONI DEL LAGO CORNINO IN FRIULI

RISERVA NATURALE LAGO DI CORNINO


WEBCAM SUI GRIFINI DEL LAGO CORNINO IN FVG

(CLICCA SULL'IMMAGINE PER GUARDARE LA WEBCAM)

RISERVA NATURALE REGIONALE DEL LAGO DI CORNINO


http://www.riservacornino.it/


Il progetto di conservazione del Grifone a Forgaria nel Friuli.

 Il Progetto di conservazione del Grifone, iniziato alla fine degli anni ’80 sulle Prealpi friulane, ha lo scopo di contrastare il declino degli avvoltoi sulle Alpi e nell’area adriatica, intervenendo con aiuti alimentari e cercando di favorire la formazione di nuove colonie. Per raggiungere questo obiettivo è stato realizzato un punto di alimentazione e sono stati liberati 75 grifoni.

Il punto di alimentazione viene rifornito con costanza dagli operatori del centro al fine di garantire una fonte sicura e costante di cibo agli animali. La fauna selvatica rinvenuta morta nelle province di Udine e Pordenone a causa di incidenti stradali e annegamenti viene conferita al carnaio di Cornino così come le carcasse di suini e bovini che muoiono negli allevamenti per cause non legate a patologie. Attraverso questo sistema viene garantito il miglior sfruttamento delle risorse naturali riducendo l’inquinamento ambientale.

 Attualmente la colonia conta circa 150 grifoni nel periodo invernale e oltre 300 in quello primaverile-estivo, quando numerosi individui arrivano dalla Croazia e anche da altri Paesi quali Francia, Spagna, Bulgaria, Serbia, etc. Circa 40 coppie nidificano nella media Valle del Tagliamento. Il progetto è finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ed è gestito dai Comuni di Forgaria nel Friuli e Trasaghis.

L’iniziativa ha una notevole importanza non solo dal punto di vista naturalistico e scientifico, ma anche per quanto riguarda la divulgazione ed il turismo naturalistico, consentendo ad un pubblico in continuo aumento di conoscere le caratteristiche e le problematiche ecologiche non solo del grifone ma anche delle altre specie di rapaci. L’area è molto interessante per il birdwatching, poiché risulta frequentata da numerose specie e si trova su una rotta migratoria particolarmente frequentata nel periodo primaverile ed autunnale.
Progetto “Osservati speciali“

Nel corso del 2013 sono state installate presso la Riserva, con il prezioso il contributo di alcune strutture zoologiche associate all’UIZA, moderne attrezzature per la ricerca e il monitoraggio di questi magnifici avvoltoi. A supporto del lavoro di ricerca e studio dei tecnici e degli esperti della Riserva, sono state installate per il monitoraggio del punto di alimentazione dei grifoni, due telecamere ad alta definizione, attive 24 ore su 24 ore. Una di esse è visibile al pubblico dal sito della riserva.

Questo importante risultato è stato raggiunto grazie al prezioso sostegno e al contributo finanziario di alcune strutture zoologiche italiane aderenti all’UIZA (Unione Italiana Giardini Zoologici e Acquari). La Uiza e il Parco Natura Viva di Bussolengo finanziano inoltre radio satellitari che forniscono preziosissime informazioni sugli spostamenti degli animali.



Una interessante webcam che riprende con le sue immagini i grifoni che popolano la Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino in Friuli Venezia Giulia


La Riserva Naturale Regionale del Lago di Cornino è stata istituita con legge regionale nel 1996. Al suo interno è stato avviato con successo il progetto di reitroduzione della specie del Grifone, detto l'avvoltoio delle Alpi.

La Riserva è gestita dai Comuni di Forgaria nel Friuli e Trasaghis. Nelle sue vicinanze è possibile visitare il Lago di Cornino, piccolo specchio d'acqua di origine carsica, da cui la riserva prende il nome.
L'ambito naturalistico confina con il maestoso fiume Tagliamento, ultimo fiume libero d'Europa, per cui è soggetta a diversi studi sulla flora e sulla fauna locale





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...